FAQs

 

Per quali tipi di controversie posso ricorrere all’ESCP?

È possibile utilizzare l’ESCP per controversie transfrontaliere civili e commerciali il cui valore non supera i 5.000 euro. Per esempio puoi ricorrervi per:

  • crediti di denaro;
  • danni causati da incidenti;
  • in merito la spedizione di beni o altri beni mobili in genere;
  • richiedere a qualcuno di eseguire un contratto;
  • fermare o cercare di prevenire un atto illegale

Sono escluse le controversie che hanno ad oggetto i crediti relativi a questioni fiscali, doganali o amministrative, i casi coperti dal diritto di famiglia e di mantenimento, le questioni di lavoro e di sicurezza sociale e i casi di bancarotta.

Perchè è utile ricorrere all’ESCP – Procedimento Europeo per le controversie di modesta entità?

L’ESCP è utile innanzitutto perchè si tratta di un procedimento che può essere attivato dall’attore (colui che ritiene aver subito un danno/torto ingiusto) anche senza la necessaria assistenza diun avvocato. Inoltre, l’ESCP velocizza i tempi di risoluzione delle controversie di modesta entità, semplifica la procedura e riduce i costi rispetto quella ordinariamente prevista dalle leggi degli Stati Membri Ue.

Quanto mi costerà ricorrere all’ESCP?

Nella maggior parte degli Stati membri dell’UE, sarà necessario pagare delle spese di giustizia per avviare l’ESCP. L’importo di tali spese varia a seconda dello Stato membro. Tuttavia, potresti incorrere in altre spese, come quelle di viaggio, se il tribunale decidesse di tenere un’udienza orale. Di solito, alla parte che perde la causa viene chiesto di rimborsare le spese del procedimento all’altra parte.

 

Cosa devo fare per iniziare l’ESCP?

Deve compilare il Modulo di Domanda (modulo A), disponibile in tutti i tribunali competenti o sul portale europeo di giustizia elettronica e accompagnare il modulo di domanda con i documenti giustificativi. Le informazioni su come presentare il suo Modulo di Domanda A al tribunale competente sono disponibili sul portale europeo della giustizia elettronicae nella sezione Small Claims Platform del presente portale.

A quale corte dovrò inoltrare la mia domanda?

La competenza giurisdizionale è regolata dal Regolamento Brussels I-bis . E’ possibile utilizzare la funzione di ricerca disponibile sul portale della giustizia elettronica europea per trovare informazioni dettagliate (indirizzo, numero di telefono, ecc.) sul tribunale competente per ogni Stato membro.

In quale lingua devo compilare il Modulo di Domanda A e i documenti giustificativi?

Il Modulo di Domanda A e i documenti di supporto devono essere forniti nella lingua del tribunale competente o in un’altra lingua accettata dal tribunale. Puoi trovare queste informazioni scaricando  la GUIDA qui. Il modulo dinamico ti aiuterà a tradurre parte del contenuto del Modulo di Domanda A nella lingua del tribunale attraverso uno strumento di traduzione. Potrebbe non essere necessario tradurre tutti i documenti integrativi il modulo di domanda. In merito a ciò, bisogna chiedere conferma alla corte competente.

 

Cosa accade se, una volta inoltrata la domanda alla corte che ne è competente, questa la rigetti?

Può presentare di nuovo la domanda tenendo conto del motivo del rigetto. In effetti,il rigetto, in questa fase, si basa su una questione procedurale e non è legato al merito della richiesta.

È prevista un’udienza orale?

L’ESCP è principalmente una procedura scritta. Se necessario, il tribunale può decidere di tenere un’udienza orale e di convocare le parti. L’udienza orale avrà luogo entro 30 giorni dalla convocazione delle parti. Il tribunale potrebbe disporre l’uso di strumenti digitali come la videoconferenza per tenere le udienze in oggetto o per assumere prove.

Come verrò informato in merito l’emissione della sentenza?

La corte è TENUTA a notificare alle parti la sentenza, una volta emessa. In caso di ritardo, è consigliabile contattare il tribunale per ricevere informazioni sulla tempistica della sua emissione e notifica.

Cosa devo fare una volta che la sentenza è stata emessa?

Se la sentenza è a vostro favore, potete procedere a farla eseguire. Potete farlo ottenendo dal tribunale una copia della sentenza e un certificato specifico, il Form D, compilato dal giudice nella lingua dello Stato membro in cui la sentenza deve essere eseguita. Se la sentenza non è a vostro favore e volete impugnarla, controllate le procedure di appello stabilite da ogni Stato membro.

 

TIPs

Questi video sono stati prodotti da Adiconsum